Il mercato dei prestiti ha trovato nel 2017 un anno davvero ricco di notizie positive: questo perché i
dati registrati nei passati 12 mesi hanno reso chiaro quanto gli italiani amino questo comparto.

Le richieste di prestiti personali hanno infatti visto un aumento del +9,3%: un valore già di suo notevole, ma che è stato accompagnato anche dal record nel campo degli importi. La media, in questo caso, è salita fino a poco più di 9.000 euro: era da una decade esatta che non venivano sfiorate queste punte.

I dati esposti finora sono stati diffusi dal Crif, secondo il quale mai come adesso il mercato dei prestiti sta godendo di una vitalità da record.

Boom di richieste prestiti: quali sono le motivazioni?

Questo record in termini di importo, insieme alla crescita percentuale del mercato dei prestiti, si basa su alcuni fattori ben definiti.

In primo luogo la suddetta vitalità è stata frutto delle migliori condizioni economiche delle famiglie italiane: la crisi ha infatti allentato gli ormeggi e ciò ha consentito ai cittadini di poter ragionare in ottica futura, con l’opportunità di poter rispondere positivamente alle richieste delle banche. Inoltre, gli stessi istituti di credito hanno fatto passi in avanti, in direzione dei propri clienti: sono infatti nate banche telematiche che offrono diverse tipologie di prestito molto vantaggiose, accessibili online e con tassi più bassi rispetto alle tradizionali banche “fisiche”.

Tutto ciò ha permesso di giungere a questi dati, con dicembre 2017 grande protagonista, con un boom del +18,7%.

Cessione del quinto: la formula preferita dagli italiani

Fra le tante modalità di erogazione di un prestito disponibili, le famiglie italiane preferiscono la cessione del quinto.

Perché? Per via dei tantissimi benefici che le appartengono, come ad esempio la possibilità di ottenere importi molto più ingenti del normale, fino a 75.000 euro. Inoltre, la cessione del quinto è accessibile senza l’obbligo di indicare una finalità, con tassi molto vantaggiosi, e con la possibilità di spalmare le rate fino a 10 anni.

I vantaggi della cessione del quinto non sono comunque finiti: intanto è possibile ottenere sin da subito un acconto importante della cifra, e poi le trafile burocratiche sono molto più snelle. Questo perché non sono tanti i documenti da presentare agli istituti di credito, per questa modalità.

Alcune cose da sapere prima di richiedere un prestito

Prima di richiedere un prestito personale, è bene capire che la sua concessione dipende sempre da due elementi: il passato creditizio del richiedente, ed il rispetto di certi requisiti come la capacità di rimborso.

Per questo l’ottenimento del prestito non è mai immediato: serve attendere che la banca porti a compimento l’istruttoria, ovvero l’iter di analisi dei suddetti elementi.

Quali sono le altre cose da sapere prima di richiedere un finanziamento? Bisogna pensarci
sopra, e valutare la propria situazione finanziaria, che dovrà essere tale da consentire il rimborso delle rate senza problemi.